BECAUSE A CAT ALWAYS CHANGES ONE'S LIFE

PERCHÈ UN GATTO CAMBIA SEMPRE LA VITA

Cat

In spite of dogs' undiscussed faithfulness Human being-cat relationship is much more complex. A cat hardly ever jumps on his master in order to show its unconditioned fondness but little gestures let him understand that its love is real and deep.

When a cat sleeps next to its human friend, following him everywhere, lapping on his cheek or makes biscuits on him, it means that the Human has been chosen as a parent in the neverending cat's childhood.

Those who have got a cat know it and don't forget it.

A dispetto dei sostenitori della indiscussa fedeltà canina la relazione gatto-essere umano è molto più complessa. Il gatto difficilmente salta addosso al padrone per dimostrare il suo affetto incondizionato ma piccoli gesti fanno capire che il suo amore è vero e profondo.

Quando dorme accanto al suo amico umano, lo segue ovunque, lo lecca sulla guancia o gli fa la posta, il gatto fa capire che lo ha scelto come genitore della sua sempiterna infanzia.

Chi ha un gatto lo sa e non lo dimentica.


leggi di più

BECAUSE LAOS IS THE LAND OF GRACE

PERCHÈ IL LAOS E’ IL LUOGO DELLA GRAZIA

 

ПОЧЕМУ ЛАОС МЕСТО ГРАЦИИ 

Laos by Claudia Lorusso
leggi di più

BECAUSE WAR IS ALWAYS HARMFUL

PERCHÉ LA GUERRA FA SEMPRE MALE

After the Conference in Bari (Apulia)...

Dopo il Convegno tenutosi a Bari...

Giovanni Lafirenze, a skilled technician in the sector, in his" Deadly slivers" edited by Florestano explains newness and necessity to write about lands mine clearance.

On one side the former war child Giuseppe Castronovo, hit and become disabled in 1944 aged nine by an unexploded bomb and on the other side a 2013 teen ager, the fifteen-year-old Nicolas Marzolino who suffers the same destiny about seventy years after the end of the conflict in Italy.

At a distance of decades after the first and the second world conflicts the unexploded devices are hidden in fields and sea bottoms dumb guarding their charge of death.

Two years later Lafirenze adds another tile in his struggle against the buried war with a beautiful novel The longest night edited by Florestano. Characters guide the reader in the narration telling the events from their own viewpoint. Main character is Giovanni, a sapper who spends summer with his family in a house times ago theatre of sad war events. Between dream and reality, Giovanni, victim of a great accident happened on work lives back what happened in that house. Is it actual? Is it a dream or is it drama as Shakespeare and Pirandello taught?

The fluent and overwhelming narration helps to drive the inner message of the book, basically in the incessant struggle of his author: because war is always harmful even if it is over.

leggi di più

BECAUSE NATURE CAN ALWAYS SURPRISE: THE PARTNACH GORGE

PERCHÉ LA NATURA SA SORPRENDERE SEMPRE: LA GOLA DI PARTNACH

Partnach 1

Garmisch (Germany): Partnach Gorge. With bus or car you get comfortably up to a parking lot surrounded by the beautiful nature of the Bavarian mountains, just in front of the Olympic Stadium. To reach the entrance of the Gorges, walk or nice carriages drawn to horses and drivers dressed in the typical clothes of Tyrol, you have to undertake take a relaxing walk of a couple of kilometers in magnificent woods and meadows embraced by green hills along the river Partnach that makes its way, impetuous, among the rocks and vegetation.

Garmisch (Germania): Gole di Partnach. Col pullman o con l’auto si arriva comodamente fino ad un parcheggio immerso nella Natura splendida delle montagne Bavaresi, proprio di fronte allo Stadio Olimpico. Per giungere all’ingresso delle Gole, a piedi o su simpatiche carrozze trainate da cavalli e conducenti abbigliati con i tipici abiti del Tirolo, bisogna intraprendere una passeggiata rilassante di un paio di chilometri tra magnifici boschi e prati abbracciati da monti verdeggianti lungo il fiume Partnach che si fa strada, impetuoso, tra le rocce e la vegetazione.


leggi di più

BECAUSE WHEN THE DEVIL PUTS HIS CLAW IN IT, WORLDWIDE SUCCESS IS GUARANTEED

PERCHÉ QUANDO IL DIAVOLO CI METTE LA CODA, IL SUCCESSO È PLANETARIO

Generations of women have shaped their outfits and their dreams of a perfect love behind the dark glasses of timeless Audrey Hepburn in Breakfast at Tiffany’s or after the tawny charming hair of Julia Roberts, tall and beautiful in an impressive way just like a statue, in Pretty Woman: timeless, unmatched icons, milestones of the second half of XX-century cinema which gave lessons in style. Then, at the dawn of the new millennium, exactly ten years ago, The Devil Wears Prada was released; it is the glamorous movie par excellence, a movie which is a must for fashion addicts, and not only for them.

And all women – no one excluded – take to wear the light-blue felted sweater of the funny sweet “duckling” Andrea ‘Andy’ Sachs (Anne Hathaway), who arrives by mistake at the court of divinely perfect Miranda Priestly (Meryl Streep), the iconic glacial manager of Runway, the most prestigious American fashion magazine, capable of influencing the collections of the greatest fashion designers all over the world.

Generazioni femminili hanno plasmato i loro outfit e i sogni d’amore perfetto dietro gli occhialoni neri dell’eterna Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany o la fulva e affascinante chioma della statuaria Julia Roberts di Pretty Woman: icone senza tempo e senza confronto, pietre miliari della seconda metà del XX secolo cinematografico che dettava lezioni di stile. Poi, all’alba del nuovo millennio, esattamente dieci anni fa, esce nelle sale la pellicola-glam per eccellenza, che non teme tramonti né confronti ed è, ancora oggi, un must assoluto delle fashion addicted e non solo: Il diavolo veste Prada.

E tutte – ma proprio tutte – a vestire il maglioncino infeltrito, celeste polvere del buffo e tenero “anatroccolo” Andrea ‘Andy’ Sachs (Anne Hathaway), sbarcata quasi per sbaglio alla corte della divina e perfetta Miranda Priestly (Meryl Streep), iconica e glaciale direttrice di Runway, la più prestigiosa rivista di moda americana, capace di influenzare le collezioni dei più grandi stilisti di tutto il mondo.


leggi di più

 

Because The Style, prima di pubblicare foto o video da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi, specificando le fonti da cui ha tratto tale materiale. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a info@becausethestyle.com: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo dei diritti di terzi. Le fotografie presenti nel sito, nel rispetto del diritto d'autore, vengono riprodotte per finalità di critica e discussione ai sensi degli artt. 65 comma 2, 70 comma 1 bis e 101 comma 1 Legge 633/1941.Gli autori non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Si precisa che questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.