BECAUSE IT’S CHRISTMAS WITH A TREE AND POINSETTIA

PERCHÉ È NATALE CON ALBERO E STELLA

Christmas tree

È capodanno ma noi abbiamo ancora l'albero di Natale…

Con l'otto dicembre, giorno dell'Immacolata iniziano ufficialmente le feste natalizie, lungo periodo destinato a celebrare incontri familiari e a immortalare con festoni e luminarie la luce che in questo periodo dell'anno è di assai breve durata.

Accanto al presepe, nato in Italia ad opera di San Francesco d'Assisi che a Greccio volle realizzare una rappresentazione della scena della Natività, non manca nelle case un albero che troneggia illuminato nei soggiorni di molte abitazioni e che abbellisce le piazze principali delle città.

Le origini dell'albero di Natale sono antichissime, vi sono strette correlazioni tra esso e l'albero della vita, simbolo di fecondità e molto antecedente al Cristianesimo. Il primo albero di Natale apparve in epoca medioevale, nel 1441 a Tallinn, venne eretto nella piazza del paese. 

La tradizione giunse cento anni dopo circa in Germania. All'inizio si preferiva adornare degli alberi di frutta, in seguito si optò per l'abete, Tannenbaum perché sempreverde quindi eterno e perché, secondo una leggenda, aveva nascosto Gesù in fuga dai nemici.

Rimasta per secoli una tradizione tipica del Nord Europa, venne importata dapprima in Inghilterra dopo il matrimonio della regina Vittoria con il principe tedesco Alberto di Sassonia-Coburgo e poi nel Novecento anche nei paesi cattolici, tanto da fare seria concorrenza al presepe nelle case italiane.

It's New Year's Eve but we still have the Christmas tree…

On December 8th, the day of the Immaculate, officially the Christmas holidays begins, long period destined to celebrate family gatherings and to capture with festoons and lights the light that in this period of the year is of very short duration.

Next to the crib, born in Italy by the work of St. Francis of Assisi that in Greccio wanted to create a representation of the Nativity scene, there is a tree in the houses that dominates illuminated in the living rooms of many houses and embellishes the main squares of city.

The origins of the Christmas tree are very old, there are close correlations between it and the tree of life, a symbol of fertility and much earlier than Christianity. The first Christmas tree appeared in medieval times, in 1441 in Tallinn, it was erected in the town square.

The tradition came about a hundred years later in Germany. If at the beginning people preferred to adorn the fruit trees, then they opted for the fir, Tannenbaum because evergreen so eternal and because according to a legend had hidden Jesus fleeing from enemies.

For centuries, a tradition typical of Northern Europe, Christmas fir tree was first imported into England after the marriage of Queen Victoria with the German prince Albert of Saxe-Coburg and then, in the twentieth century even in Catholic countries including Italy so much to make serious competition at the crib in Italian homes.


leggi di più

BECAUSE WE ARE CRAZY FOR THE VICTORIANS

PERCHÉ SIAMO PAZZI PER I VITTORIANI

victorian

Fino allo scorso decennio l'epoca vittoriana, lungo periodo che va dal 1837 al 1901 e che prende il nome dalla regina Victoria, era nota a studenti e studiosi che dovevano approcciarla sfogliando i capitoli che i libri di storia le dedicavano, fino a quando non sono comparsi, su uno dei social più seguiti, YouTube, alcuni video brevi ma decisamente concreti che sintetizzano in pochi minuti le curiosità più originali sulla “pazza epoca vittoriana”, definizione che caratterizza i vari episodi.

Until the last decade, the Victorian era, long period from 1837 to 1901, named after Queen Victoria, was known to students and scholars who had to study through the chapters that history books devoted to them, until  on one of the most popular social videos, YouTube,  short videos  appeared that briefly summarize the most original curiosities about the crazy Victorian era, as the various episodes are called.


leggi di più

BECAUSE THERE WAS BIKINI IN THE PAST

PERCHÉ IL BIKINI C’ERA ANCHE NEL PASSATO

ПОЧЕМУ БИКИНИ БЫЛ ТОЖЕ В ПРОШЛОМ

Bikini Villa Romana del Casale

Pensate che  il bikini sia frutto di una moda dei nostri tempi? Ebbene, dovete ricredervi! Esso infatti ha origini antichissime, come testimoniano alcuni mosaici  risalenti al III  o IV secolo d. C. rinvenuti nella Villa Romana del Casale a Piazza Armerina, in provincia di Enna, proprio nel cuore della Sicilia. Chi ha la fortuna  di recarsi a visitare questo sito archeologico, dichiarato nel 1997  Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, potrà ammirare ben 3.500 mq di pavimenti mosaicati, perfettamente conservati,  realizzati con miriadi di minuscoli tasselli colorati di pietre e marmi provenienti dal Nord Africa, dalla zona di Cartagine, città all’avanguardia nell’Impero Romano d’Occidente. 

Do you think the bikini is the result of a fashion of our time? Well, you have to get rid of it! It has ancient origins, as evidenced by some mosaics dating to the 3rd or 4th century d. C. found in the Villa Romana del Casale in Piazza Armerina, in the province of Enna, right in the heart of Sicily (Italy)! Those who are fortunate enough to visit this archaeological site, declared UNESCO World Heritage Site in 1997, will be able to admire 3,500 sq. M. of mosaic floors, mostly perfectly preserved, made with myriads of tiny colorful dots of stones and marbles from North Africa, the area of Carthage, a state-of-the-art city in the Roman Empire of the West.


leggi di più

BECAUSE THE MYSTICAL FASCINATION OF EASTERN MAJELLA

PERCHÉ IL FASCINO MISTICO DELLA MAJELLA ORIENTALE

ПОЧЕМУ МИСТИЧЕСКОЕ ОЧАРОВАНИЕ ВОСТОЧНОЙ МАЙЕЛЛЫ

Abbazia San Martino

Una strettissima fenditura tra due pareti di montagna, tanto quanto basta per farci passare un uomo con le braccia aperte; tutt'intorno rocce granitiche, ciottoli e ghiaia crepitanti al passaggio. Ci sono luoghi silenziosi, selvaggi, imponenti, i quali per loro dote naturale affascinano e rapiscono lo spirito, svuotando la mente e riempiendo il cuore, resti di un tempo che non c'è più, luoghi dell'anima appunto.

È quello che avviene al visitatore quando si reca sul versante orientale della Majella, talvolta “trascurato” dai circuiti turistici più consueti. È quello che è avvenuto a noi, quando abbiamo ammirato in questa terra, per la prima volta, l'Eremo dell’Abbazia di San Martino in Valle.

A very narrow rift between two mountainsides, large enough for a man with open arms to go through it; all around granite, stones and gravel that creak under one’s footsteps. There are quite wild grand places that enchant and enrapture one’s soul, emptying the mind and filling the heart, ruins of the past, the places of the soul.

That is what happens when you go to the eastern side of the Majella, which is sometimes “neglected” in standard tours. That is what happened to us when we first admired the Hermitage of the San Martino in Valle Abbey.


leggi di più

BECAUSE THE PINE RISES ON THE ASHES

PERCHÉ IL PINO RINASCE SULLE CENERI

Il bosco, massima manifestazione complessa della natura, è una vera e propria comunità vegetante che vive in armonia e che determina un sistema complesso, dotato di una certa resistenza e resilienza.

Talvolta si assiste ad un profondo distacco dell'uomo dal bosco che provoca meccanismi distorti, tali da trasformare l'amore che l'uomo nutre, quasi per istinto, nei confronti della natura, in odio profondo, che lo guida, pur essendo un essere razionale, ad innescare focolai distruttivi la cui evoluzione in incendi è spesso di difficile controllo.

Occorrono secoli per ripristinare quanto distrutto o modificato dal fuoco in breve tempo.

Di seguito le foto pineta adulta di Pino d'Aleppo a Santeramo in Colle (BA), percorsa dal fuoco nel Luglio 2017.

The forest, the greatest manifestation in its more complex nature facies, is a vegetarian community that live in harmony and which determine a complex system with a certain resistance and resilience.

When the positive interaction is interrupted, the forest becomes prey of adversity and changes induced by human activity. Sometimes there is a deep detachment of man from the forest, causing distorted mechanisms that transform the love that man feeds, almost instinctively, towards nature, in deep hatred, guiding him, even though he is a being rational, triggering destructive outbreaks whose evolution in fires is often difficult to control. It takes centuries to restore what is destroyed or modified by the fire within a few hours.

Below the pictures of Aleppo Pine in Santeramo in Colle (Apulia - Italy), after the fire on July 2017.

 


leggi di più

 

Because The Style, prima di pubblicare foto o video da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi, specificando le fonti da cui ha tratto tale materiale. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a info@becausethestyle.com: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo dei diritti di terzi. Le fotografie presenti nel sito, nel rispetto del diritto d'autore, vengono riprodotte per finalità di critica e discussione ai sensi degli artt. 65 comma 2, 70 comma 1 bis e 101 comma 1 Legge 633/1941.Gli autori non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Si precisa che questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.


Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la cookie policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.