Because The Style

PERCHÉ ABBIAMO RI-SCOPERTO FRIDA SOLO RECENTEMENTE

BECAUSE WE HAVE RE-DISCOVERED FRIDA ONLY RECENTLY

frida

Nel 2002 esce il film Frida interpretato da Salma Hayek, un cosiddetto biopic che, dopo quasi un secolo, riporta all’attenzione del mondo una delle pittrici più controverse del periodo surrealista.

Si potrebbe pensare che la popolarità derivata dal film abbia fatto riscoprire l’artista messicana, ma non si può ridurre il fenomeno iconico degli ultimi 15-20 anni alla sola resa cinematografica. Infatti, già nel 1994 cominciavano ad essere pubblicati libri su di lei: il suo Diario, un vero capolavoro artistico, letterario e linguistico.

Cosa ha catturato, dunque, l’attenzione dei più?

Possiamo avanzare delle ipotesi. Di certo il fatto che sia una donna fuori dal comune in un periodo e in un contesto piuttosto avverso alle donne la rende più vicina ad un’eroina che ad un’artista. L’evoluzione della società e la sempre maggiore attenzione verso il ruolo della donna ha portato alla riscoperta di tutte quelle figure femminili che avevano portato avanti una vita quasi come segno di riscatto per l’intero genere. 

Frida vive nella prima metà del XX secolo in Messico. Subisce numerosi interventi chirurgici in seguito ad una malattia prima e ad un incidente dopo che le hanno segnato la vita senza che mai, però, si arrendesse al dolore ed alle difficoltà. Ha difeso la sua femminilità e le sue scelte politiche, le sue origini e la sua cultura, mantenendo saldo il senso di libertà fino alla fine, sopraggiunta quando era ancora giovane.

Frida is a 2002 biopic movie starring Salma Hayec as Frida Kahlo. After almost a century, the movie brings back to the world’s attention one of the most controversial Surrealist female painters.

One might think that the popularity deriving from the movie was the reason for re-discovering the Mexican artist, but the iconic phenomenon of the latest 15-20 years cannot be attributed just to the movie. Actually, books about her were first published in 1994: her Diary, an artistic, literary and linguistic masterpiece.

Then, what has drawn the attention of most people?

We can make a few suggestions. Undoubtedly, the fact that she is an uncommon woman in a period and in a context rather hostile to women makes her more of a heroine than an artist. The evolution of society and the growing attention paid to the role of women has made us re-discover all those women who led a life almost as a sign of redemption for the entire genre.

Frida lived in the first half of the 20th century in Mexico. She had many surgeries because of a disease and an accident later on. Such surgeries left a mark on her life, but she never surrendered to pain and difficulties. She defended her womanhood and her political choices, her origins and her culture, upholding her freedom until the end that came when she was still young. 


leggi di più

PERCHÉ UN LUOGO COMUNE ABBATTE I LUOGHI COMUNI

BECAUSE AN ORDINARY PLACE IS NOT A COMMONPLACE

bistrot

Il Bistrot-Caffetteria BiStrani, al civico 1, in via Sassari a Torino, nasce come uno spazio umano e culturale dove ritrovarsi per un caffè, scambiare due chiacchiere, condividere momenti di studio, ricerca, relax, formazione e informazione: tutto nella norma, finché non scopriamo che si tratta in primis di un laboratorio di inclusione sociale e professionale gestito interamente da persone affette da autismo e dove le stesse, in uno spazio tutto loro, a misura di inclusione, hanno l’opportunità di relazionarsi con gli altri, vivere esperienze concrete e formative nel mondo del lavoro e delle relazioni, con un’attenzione speciale alle loro attitudini.

A dar vita al progetto, la Onlus Autismo e Società che ha curato la fase teorico pratica di preparazione dei quattro ragazzi ai quali è affidata la gestione di questa straordinaria attività: si tratta, almeno inizialmente, di un inserimento a tempo limitato, che non esclude la possibilità – una volta diventati autonomi nelle mansioni assegnate – di veder prolungare la loro esperienza.

Al BiStrani gli speciali gestori imparano a misurarsi con il lavoro e le relazioni legate alla  quotidianità, ma soprattutto i fruitori hanno l’opportunità di mettere alla prova se stessi e i luoghi comuni che spesso inibiscono o condizionano negativamente l’approccio con la diversità, provando a sovvertirli: il Caffè-Bistrot sarà dunque un contenitore culturale, privilegiato volano per formazione e integrazione, iniziative sul vino e sul cibo, eventi speciali. Al suo interno è stata allestita anche una Libreria dove si possono prendere libri in prestito, secondo la prassi del book-sharing, o leggerli direttamente nell’angolo lettura appositamente allestito.

BiStrani, a bistro-coffee shop located in Turin, Via Sassari 1, started as a human and cultural space where people could gather to have a coffee, to chat, to exchange information, to share in moments of study, research, relax and training. We could say business as usual until we find out that BiStrani is, in the first place, a workshop of social and professional inclusion managed by people with autism where they have the opportunity of relating to others, of getting first-hand experience of the world of work and relationships, paying specific attention to their attitudes.

The project was started by Onlus Autismo e Società, a non-profit organization that pursues social utility objectives. The organization has trained the four young men who are responsible for managing such extraordinary business. Initially, their employment is for a limited period. However, there is the possibility of extending the work experience once they can perform their job autonomously. 

At BiStrani, the managers learn how to handle daily work and relationships while customers can prove themselves, challenging commonplace beliefs that often prevent or negatively affect the approach to diversity. The bistro-coffee shop will be a cultural container that fosters training and integration while, at the same time, organizing wine and food events as well as special events. The coffee shop has also a library where one can borrow books on a book-sharing basis or read them in the purposefully arranged reading corner.  


leggi di più

PERCHÉ LE MURGE SONO RICAMATE

BECAUSE LE MURGE LOOKS LIKE A PIECE OF EMBROIDERY

ПОЧЕМУ МУРДЖИЕ ВЫШИТЫЕ

Murge 3

Le Murge rappresentano la zona biogeografica mediterranea situata nella parte centrale della Puglia: la maggior parte della superficie, la cui altitudine varia da circa 350 m a 686 m s.l.m., si estende in Puglia a nord sino alla provincia di Foggia, a sud quella di Lecce, a ovest confina con la Basilicata, mentre a est digrada verso il Mar Adriatico. 

Il territorio è caratterizzato da un altopiano calcareo, di tipo carsico, emerso dal mare durante l’era del Cretaceo ed è per questo che si rinvengono meravigliosi fossili marini impressi nella roccia.

La roccia è vulnerabile a fenomeni carsici con conseguente formazione di grotte, inghittitoi, doline e gravine, con fiumi sotterranei e sorgenti nelle aree più fertili, ai piedi del costone murgiano. 

Le Murge is the Mediterranean biogeographical region located in the central area of Apulia at an altitude ranging from approximately 350 to 686 meters. Most of it extends to the province of Foggia to the north and to the province of Lecce to the south. It borders Basilicata to the west while it slopes down to the Adriatic Sea to the east.

Le Murge is a limestone karst plateau that emerged from the sea during the Cretaceous Period. That is why you find wonderful sea fossils in its rocks.

The rock is subject to karst phenomena and the landscape features caves, sinkholes, dolines and ravines, with underground streams and springs in the fertile areas at the bottom of Le Murge ridge.


leggi di più

PERCHÉ REGALARE UNA STELLA DI NATALE (E COME CURARLA DOPO!)

BECAUSE TO GIVE A POINSETTIA AS A GIFT (AND HOW TO CARE FOR IT AFTERWARDS!)

butterfly poinsettia

Stella di Natale ovvero Poinsettia o Euphorbia Pulcherrima, originaria del Messico: il rosso splendente delle sue rosse brattee spicca deciso sul verde intenso delle foglie e illumina ogni angolo della casa. Durante le festività natalizie e di fine anno tutti ne acquistiamo o regaliamo qualcuna perché il suo colore vivace mette allegria nelle lunghe giornate invernali ed è un simbolo indiscusso di queste festività.

Purtroppo la sua esuberante bellezza spesso finisce per avvizzire: una dopo l’altra le foglie ingialliscono e cadono. Per conservarle in forma smagliante bisogna aver cura di innaffiarle moderatamente quando il terriccio appare asciutto in superficie evitando sempre i ristagni d’acqua, collocarle in ambienti luminosi e caldi con temperatura di circa 15 gradi, lontano da correnti d’aria fredda e fonti di calore.

The poinsettia (aka as Euphorbia Pulcherrima or Christmas flower) is native to Mexico. Its bright red bracts stand out against its rich green leaves and light up every corner of your house. During Christmas and New Year holidays, we all buy some either to keep them or to give as a gift because their lively colors cheer people up during the long winter days. The plant is an undisputed symbol of the Christmas holiday season. 

Unfortunately, its lush beauty often ends up withering: one after the other, the leaves turn yellow and fall off. If you want your poinsettia to retain its attractive Christmas bloom, you should water it sparingly when the soil feels dry, avoiding waterlogging. You should place the plant in a bright and warm environment at the temperature of about 15°C, away from drafts and heat sources.


leggi di più

BECAUSE “LOVVO” DOES NOT ALWAYS MEAN “I LOVE YOU”

PERCHÉ "TI LOVVO" NON  SEMPRE VUOL DIRE "TI AMO"

love

La lingua, è ben noto, è in continua evoluzione. Ne sa qualcosa chi annualmente cura la nuova edizione dei dizionari e ancor di più ne sanno i membri dell'Accademia della Crusca, organo preposto da remoti secoli a dare il placet ai neologismi più diffusi.

Malgrado da decenni si faccia un gran parlare del progressivo depauperarsi del patrimonio lessicale delle persone, tuttavia si assiste al contrario ad un curioso fenomeno. Annualmente, infatti, la Crusca accetta nuove parole o modi di dire spesso con buona pace dei puristi. 

Protagonisti d'elezione dell'evoluzione linguistica sono gli adolescenti, proprio loro perennemente tacciati di essere non sempre corretti e manierati nell’uso della lingua madre, soprattutto nella forma scritta.

C'è da dire che è appunto l'uso manierato che risulta carente nel bagaglio lessicale adolescenziale perché i ragazzi adottano un lessico gergale spesso incomprensibile persino a chi ha meno di dieci anni di differenza rispetto a loro. Il linguaggio adottato dai nostri ragazzi si avvale soprattutto di termini mutuati dalla rete, dai social più popolari ed è quindi pieno di termini di origine inglese, un po' come accade in Francia con il cosiddetto franglais, ovvero termini misti.

Un esempio popolare, ma quasi desueto è il verbo lovvare (di chiara derivazione anglosassone) che però è usato spesso  a sproposito per indicare anche oggetti o situazioni preferite più che per dichiarare il proprio sentimento alla persona amata.

The language, it's well known is constantly evolving. This is  well known   by who annually takes care of the new edition of dictionaries and even more known by the members of the Accademia della Crusca, an organ appointed from remote centuries to give the most common neologisms.

Despite the fact that for decades there has been a great deal of talk about the progressive depletion of the lexical heritage of individuals, however, we are witnessing a strange phenomenon. Every year the Crusca accepts new words or ways of saying, often with the peace of the purists.

The protagonists of the linguistic evolution are the adolescents, themselves, perpetually accused for the uncorrect and not so mannered use of the mother tongue, especially in the written form.

It must be said that it is precisely the mannered use that is lacking in the vocabulary of adolescent because boys adopt a slang lexicon often incomprehensible even to those who have less than ten years of difference. The language adopted by our children makes use of terms borrowed from the network, from the most popular social networks and is therefore full of terms of English origin, a bit 'as happens in France with the so-called franglais, or mixed terms.

A popular example, but almost obsolete is the verb lovvare, clearly of Anglo-Saxon derivation, but it is often used inappropriately to indicate even objects or favorite situations rather than to declare one's own feelings to the loved one.


leggi di più

 

Because The Style, prima di pubblicare foto o video da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi, specificando le fonti da cui ha tratto tale materiale. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a info@becausethestyle.com: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo dei diritti di terzi. Le fotografie presenti nel sito, nel rispetto del diritto d'autore, vengono riprodotte per finalità di critica e discussione ai sensi degli artt. 65 comma 2, 70 comma 1 bis e 101 comma 1 Legge 633/1941.Gli autori non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Si precisa che questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.


Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la cookie policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

N.B. in osservanza del nuovo GDPR in materia di tutela dei dati personali dichiariamo che: non divulghiamo i vostri dati a terze persone. Non riceverete nostre mail a meno che voi non ci contattiate per chiederci informazioni. Non sarete mai iscritti automaticamente a nessuna newsletter. La piattaforma su cui ci sviluppiamo è sita in Germania. E' possibile che sui loro database rimangano tracce del vostro passaggio, consultate le loro politiche in termini di trattamento dati per comprendere cosa resta del vostro passaggio. Qualora desideriate che siano cancellati dai loro archivi, contattate direttamente il loro servizio clienti. La piattaforma è denominata JIMDO (https://it.jimdo.com).

Per tutte le ulteriori necessità, non esitate a contattare il titolare, prof.ssa Tiziana Piscitelli, all'indirizzo mail info@becausethestyle.com - inoltre potete leggere le nostre politiche privacy e cookie attraverso i link posti in home page.