BECAUSE ELEGANCE LOOKS MORE DIFFICOULT AND SUBTLE IN A MAN

It isn’t true that for men “wearing is easier” or that they have less choice than women. Welcome to Umberto Cataldo of L’Eleganza del Gusto (The Elegance of Taste), refined and sophisticated blog that takes us inside the male universe: “A journey of words and images that will accompany you in the savoir vivre, slow, but full of emotions that could change your outlook on LIFE”.

We asked him if really masculine elegance is more difficult and subtle than women.

 

 

 

I don't believe that the masculine elegance is more difficult and subtle than women's one. I don't believe that elegance is difficult. Elegance is innate and manifested by good taste. This clear distinction in the question is due to contemporary decay of Man who, as well as not cure his person (in the really essential way) has almost loosed every feature that remember his being.

Woman, on the other hand, is not living her age at best, but at least she keeps her figure stable. In past, the word Elegance was used both for men and for women, instead, today when we talk about elegance we think about woman's world. That's why is difficult and subtle to find it in men.

Non è vero che per gli uomini “vestirsi è più facile” o che hanno meno scelta rispetto alle donne. Diamo il benvenuto su Because The Style a Umberto Cataldo di L’Eleganza del Gusto, raffinato e ricercato blog che ci porta all’interno dell’universo maschile: “rivalutare la lentezza del bien vivre attraverso sartorie, sigari, botti di rovere, dipinti e località da sogno”.

A lui abbiamo chiesto se davvero l’eleganza maschile sia più difficile e sottile di quella femminile.

   

 

PERCHÉ L’ELEGANZA SEMBRA PIÙ DIFFICILE E SOTTILE IN UN UOMO

 

 

Io non credo che l’eleganza maschile sia più difficile e sottile di quella femminile. Io non credo che l’eleganza sia difficile. L’eleganza è innata e si manifesta facendosi guidare dal buon gusto. Questa netta distinzione presente nella domanda è dovuta alla decadente figura dell’uomo contemporaneo che, oltre a non curare la sua persona (nella maniera più essenziale del termine), ha oramai perso ogni tipo di caratteristica che rimandi al suo essere.

La donna, d’altro canto, non è che viva la sua età più rosea ma quantomeno mantiene saldo il fulcro attorno al quale gira la sua figura. In passato l’aggettivo elegante era utilizzato tanto verso l’uomo quanto verso la donna mentre oggi se si parla di eleganza si ragiona al femminile, per questo nell’uomo appare più difficile e sottile da trovare.

 

©Umberto Cataldo per Because The Style

 

Photocredit

L'Eleganza del Gusto