BECAUSE TORINO: THE TISSUES AND THE SAVOY CREATIVITY


In the shadow of the Mole Antonelliana, a new project soul Turin. Based in one of the most important streets of the historic Savoy downtown,  a few steps from the old central core of the defense system of the eighteenth-century city, known to most for heroic action of Pietro Micca (called the passpartout) saving in Turin from French siege, has the headquarters the Association Universo Design.

PERCHÉ TORINO: I TESSUTI E LA CREATIVITÁ SABAUDA

All’ombra della Mole Antonelliana, un nuovo progetto anima Torino. Con sede in una delle più importanti vie del centro storico sabaudo, a pochi passi dall’antico nucleo centrale del sistema difensivo settecentesco della città, noto ai più per l’eroica azione di Pietro Micca (detto il passpartout) nel salvare Torino dall’assedio francese, ha sede l’Associazione Universo Design. 




For some time I thought about how not to waste thirty years dedicated to creativity says the president Consolata Pralormo and how to exploit my experience for young people who are entering the world of work, today so competitive. Even as a child, my mother took me to the fashion shows of the atelier in Turin, famous for its sophistication. This immersion in the world of fashion since childhood developed in me a great deal of creativity and imagination. I drew the clothes, I appreciated the good performance and, after a degree in art history, I began to create collections of clothing for children and beyond. 

“Da tempo pensavo a come non disperdere trent’anni dedicati alla creatività” spiega la presidente Consolata Pralormo “e a come mettere a frutto la mia esperienza per i giovani che si affacciano al mondo del lavoro, oggi così competitivo. Fin da piccola, mia madre mi portava alle sfilate degli atelier torinesi, famosi per la raffinatezza. Questa immersione nel mondo della moda fin dall’infanzia sviluppò in me una grande creatività e fantasia. Mi disegnavo i vestiti, ne apprezzavo la buona esecuzione e, dopo una laurea in storia dell’arte, ho iniziato a creare collezioni di abiti per bambini e non solo.” 




Five years ago, the meeting with the designer Silvia Pagliai, which owns a collection of 40,000 tissue samples, the common ideas come together to discover the same purpose in wanting to preserve and pass on the experiences of the past to create new ideas and professional experience in the fashion industry. The project, already with a solid foundation, has taken flight supported by the experience of the Piedmont stylist Maria De Ambrogio, whose brand is known internationally, and Carla Gütermann journalist and event organizer, from generations in the entrepreneurship of textiles. The project is developed using software, designed by ITHACA and created by SITI/Polytechnic of Turin, through an innovative system that highlights the relationship between a graphic image of a fabric with the finished commercial product, storing also numerous textile specimen according to a cataloging system that allows tracking of samples based on similar patterns. 

Cinque anni fa l’incontro con la stilista Silvia Pagliai, proprietaria di una collezione di 40.000 campioni di tessuto, le idee comuni si fondono scoprendo il medesimo intento nel voler custodire e tramandare le esperienze del passato per realizzare nuovi spunti ed esperienze professionali nel settore moda. Il progetto,  già con solide basi, ha spiccato il volo coadiuvato dall’esperienza della stilista piemontese  Maria De Ambrogio, il cui brand è noto a livello internazionale, e da Carla Gütermann, giornalista e organizzatrice di eventi, da generazioni nell’imprenditoria tessile. Il progetto si sviluppa grazie ad un software, ideato da ITHACA e realizzato da SITI/Politecnico di Torino, che attraverso un’innovativo sistema mette in evidenza le relazione tra un’immagine grafica di un tessuto con il prodotto commerciale finito, archiviando, inoltre, i numerosi modelli tessili secondo un sistema di catalogazione che permette di rintracciare i campioni in base alla similitudine pattern. 



“And there is one thing that at us Italians no one can ever take away: creativity talented! ” concludes Consolata Pralormo, iconic noblewoman  of style and innovation. In the castle of the family, in fact, she organizes numerous events, highly anticipated each year is the botanical appointment Messer Tulipano”.

“ E c’è una cosa che a noi italiani nessuno potrà mai togliere: la creatività talentuosa!” conclude Consolata Pralormo, iconica nobildonna di stile ed innovazione. Nell’omonimo castello di famiglia, infatti, organizza innumerevoli eventi, attesissimo ogni anno è l'appuntamento botanico

Messer Tulipano.



©Barbara per Because The Style


Photocredits

Associazione Universo Design

Universo Tessuto

 

 

Sharing is caring !