BECAUSE TALENTS ATTRACT EACH OTHER

PERCHÉ I TALENTI SI ATTRAGGONO

Romanzo

Dirce Scarpello’s novel “The Attraction of Talents” is about two Young women who skillfully hide their fragility behind Greek theater masks; they will learn to discover something new not only about life, but also about themselves.

The novel describes the lifestyle, the customs and the history of Albania at the turn of the century. The themes of a too careless modern world emerge from pages of this book. That world pretends it does not see the insecurities of young people and the dangers they may fall prey to.

L'attrazione dei talenti di Dirce Scarpello

“[…] credo che non tutti i talenti siano nei talent show: ne siamo circondati ogni giorno, anche se non ce ne rendiamo conto perché il talento è democratico ma il successo è elitario”.

A dar voce ai pensieri di Gioia, protagonista del romanzo “L’attrazione dei talenti” è l’autrice Dirce Scarpello che con raffinatezza e incisività narra la storia di due giovani donne e delle loro fragilità che nascondono con abilità agli occhi del mondo dietro maschere da teatro greco e che impareranno a scoprire qualcosa di nuovo non solo sulla vita, ma anche su loro stesse.

Gioia trova sulla spiaggia un album da disegno. L’album è di Albana, in fuga dal destino servile a cui era destinata perché donna e perché nata in campagna, in una famiglia povera. Venduta e trascinata in un giro di prostituzione, attraversa il suo mondo con piglio sfrontato e disinvolto. Dai suoi disegni prorompe rabbia, ribellione, disperazione, desiderio di rivalsa e il suo talento.

Le due giovani donne si incontrano e si rivelano, si riconoscono e si attraggono grazie ai loro talenti, alle loro inclinazioni naturali che le spingeranno a migliorarsi fino a ricongiungersi alle loro radici.

Il romanzo fa affiorare lo stile di vita, le usanze e la storia dell’Albania di fine secolo; dalle sue pagine emergono con prepotenza le tematiche di un mondo moderno troppo distratto, che finge di non vedere le insicurezze dei giovani e i tanti pericoli nei quali rischiano di cadere

intrappolati.

La scenografia che fa da sfondo alle vicende è una pennellata sui ruvidi paesaggi albanesi, che si sciolgono in forme tondeggianti e perfette sotto la luce di un sole vigoroso, ed è una fotografia delle terre bagnate dalla tanta luce accecante del Salento, quella stessa luce che affascina Gioia, “luce che si concede e si nega, avvolge e strazia le forme, fa parlare i corpi, li mette a nudo o ne cela i segreti, lasciando spazio all’immaginazione”.

 

© Antonella Achille per Because The Style

Traduzione a cura di Donatella Zepponi